20 diavoli e 100 angeli a Milano!

Brano tratto dal libro di Gian Giacomo Schiavi Meno male edito da Sperling, da leggere, rileggere, meditare e condividere.

Si riferisce al 2010 a soli 8 anni fa! Anni nei quali Milano ha realizzato un nuovo e grande miracolo rinascendo sotto ogni profilo.

Noi ne siamo stati testimoni e fan, fin da fine 2014 anno in cui siamo nati ed anno che ha preceduto Expo2015!

“Nel 2010 il Corriere pubblica il «Manifesto per Milano», preoccupato per la decadenza civile e morale della città. Cin­quantadue personaggi invitano a pensare positivo: Marco Vitale, uno dei firmatari, propone un titolo provocatorio, Allarme Milano, allarme Italia. La sintesi è questa: se non ce la fa Milano, non ce la potrà fare nemmeno il Paese a riprendersi da una crisi che non è solo economica, è una crisi di valori. Il cardinale Tettamanzi lo corregge. «Nella città ci sono tante isole di resistenza, cerchiamo di inco­raggiarle.» Il manifesto diventa Speranza Milano, speranza Italia. Vitale crede nell’impresa responsabile e nelle persone speciali che ci fanno sentire il brusio degli angeli. Aggiunge un pensiero di Lutero: «Là dove sono venti diavoli vi sono cento angeli, se così non fosse da lungo tempo saremmo già andati in rovina…» Milano ce la fa a riprendere il suo ruolo di traino nel Paese” .

Annunci

I neuroni specchio e gli esempi positivi di Susanna Tamaro

Un piccolo, ma significativo estratto della prefazione di Susanna Tamaro al libro Meno male di Schiavi.

“La scoperta dei «neuroni specchio» alla fine del secolo scorso – neuroni esistenti, seppur in modo diverso, nelle grandi scimmie e nell’uomo – ha dato conferma a questa mia intuizione. Il sistema dei neuroni specchio, infatti, ci rende capaci di comprendere, codificare e decodificare, di osservare i comportamenti e di farli nostri, imitandol

i. Se io vedo sgradevolezza, brutalità, cinismo, violenza, crescerò seguendo devotamente questi canoni. È proprio per questa ragione che, per migliaia di anni, le società umane, desiderose di rimanere tali, hanno sempre posto davanti a sé modelli positivi da imitare e seguire.”


Giorgia, cacciatrice di buone notizie da Roma

Salve, allego qui sotto la mia presentazione.

Mi chiamo Giorgia Consalvi, ho 20 anni e sono nata e cresciuta a Roma. Studio Cooperazione Internazionale e Sviluppo presso la Sapienza , facoltà alla quale mi appassiono ogni giorno di più. Proprio attraverso il mio corso di studi , grazie alla Professoressa Azzurra Rinaldi , sono venuta a conoscenza di The Bright Side. Da subito mi ha colpito questa iniziativa piena di positività perchè credo che ultimamente le uniche notizie che riescano ad arrivarci siano negative e contribuiscano in maniera spesso sbagliata alle nostre giornate. C’è bisogno di giovani che portino la giusta dose di positività nel nostro quotidiano, così come c’è bisogno di influenzare il nostro umore in maniera positiva giorno dopo giorno. Il ruolo che svolgerò sarà infatti proprio quello di cacciatrice di buone notizie, certa e felicissima di poter contribuire a tutto questo.
C’è bisogno di positività ed io sono pronta a condividerla!

Cordialmente,

Giorgia

Stefano, cacciatore di buone notizie da Roma

Buongiorno

Scrivo questa mail per presentarmi per il progetto
Mi chiamo Stefano Briz, ho 21 anni, sono cresciuto in Guatemala e sono in italia da due anni, ho altrettanto partecipato a diversi progetti sia con organi istituzionali come lo è la camera di commercio italiana in guatemala, come con delle onlus, come save the children e UNHCR, mi presento a voi “the bright side” perche mi sembra molto interessante il vostro obiettivo principale che è quello di diffondere notizie positive, spero di poter aggregare le mie competenze al vostro gruppo per essere parte di questo progetto visto che state crescendo e compiendo i vostri obiettivi.
Tanti saluti e buon fine settimana

Stefano studente di cooperazione internazionale e sviluppo alla Sapienza

Raffaella la nostra cacciatrice friulana di buone notizie!

La nostra goodnews community é fatta di migliaia di persone normali ed insieme straordinarie come Raffaella che hanno deciso di dedicare pochi e preziosi minuti della loro giornata a dare la caccia alle buone notizie nascoste nelle pieghe dei media e di condividerle nostro tramite con una sempre più grande platea di persone. Persone stanche di essere sommerse solo e sempre di cattive notizie o peggio di fakenews. Come se le prime già non bastassero a metterci passivi e di cattivo umore!

É proprio quello che come cittadini attivi non vogliamo ed in questo la storia di Raffaella é esemplare di come con un piccolo impegno si possa produrre tanta informazione positiva!

Attraverso Raffaella ringraziamo le centinaia di persone che ogni giorno operano con noi e per noi come cacciatori e segnalatori di buone notizie 🍏🍏🍏

Buongiorno a voi tutti di The Bright Side,

invio questa breve presentazione, così come mi ha chiesto di fare Antonino Esposito con un messaggio privato via twitter:

sono Raffaella Lenarduzzi e seguo @thebrightside0 su twitter da circa un anno. Qualche mese fa The Bright Side mi ha proposto di diventare una cercatrice di buone notizie.

Qualche mese fa The Bright Side mi ha proposto di diventare una cercatrice di buone notizie.

E così ho aperto un nuovo account su twitter chiamando la pagina @TBSFVG (nome datomi da The Bright Side) e cerco di gestirlo al meglio, postando le buone notizie e “taggandole” con The Bright Side.
Dedico a questa piacevole attività circa 20 minuti al giorno. Di solito posto le goodnews ogni giorno. Cerco su twitter oppure sui giornali regionali online nel mio caso del Friuli Venezia Giulia, in particolare in @Ansa_Fvg.
Nella vita sono moglie e madre impiegata, da poco ho svolto attività di supporto in aula per selezioni concorsuali, partecipo a molti concorsi e avviamenti a selezione, sono jobseeker.
Mi piaciono molto la psicologia e l’informatica seguo vari corsi di aggiornamento.
Allego una poesia di Pierluigi Cappello, poeta friulano da poco scomparso:
“Ma vêlis lis stelis meravee
Su la gnot dal vignâl
Il colôr dai colôrs”

“Ma eccole – le stelle – meraviglia
sulla notte dei vigneti
il colore dei colori”.
Pierluigi Cappello


“Ma vêlis lis stelis meravee
Su la gnot dal vignâl
Il colôr dai colôrs”

“Ma eccole – le stelle – meraviglia
sulla notte dei vigneti
il colore dei colori”.
Pierluigi Cappello


“Ma vêlis lis stelis meravee
Su la gnot dal vignâl
Il colôr dai colôrs”

“Ma eccole – le stelle – meraviglia
sulla notte dei vigneti
il colore dei colori”.
Pierluigi Cappello

Tanti saluti a tutti voi.
Raffaella Lenarduzzi

Zoppola Pordenone