Napoli, la notte bianca dei Licei Classici

IMG_4865

IMG_4070

Un ns follower ci segnala questa best practice dei Licei Classici di Napoli e provincia.

Sos formazione umanistica arriva la Notte dei licei classici

BIANCA DE FAZIO Repubbliva Napoli

Anche per ribadire il ruolo della formazione classica, e dunque dei licei, si terrà oggi, in tutta Italia, la Notte bianca dei licei classici, con iniziative che, di scuola in scuola, intendono coinvolgere le città e gli studenti e presentare ai futuri liceali — proprio adesso alle prese con le iscrizioni alla scuola superiore — un percorso di studi tutt’altro che alternativo alla modernità. Centinaia di istituti prendono parte alla Notte dei licei classici, ed in Campania ecco mobilitati, dal pomeriggio fino a sera tarda, il Convitto Tasso, il De Sanctis e il liceo Tasso di Salerno, il Garibaldi, il Pansini, il Sannazaro a Napoli, l’Orazio a Portici, il liceo Giannone di Benevento, il Vico di Nocera Inferiore, il Virgilio di Mercato San Severino, il liceo Gatto di Agropoli, l’Imbriani di Pomigliano d’Arco ed il Plinio Seniore di Castellammare di Stabia. Due ospiti importanti sono nel programma messo a punto dal Sannazaro di Napoli: alle 18.30 ci sarà il presidente della Regione Stefano Caldoro, alle 20.15 il sindaco Luigi de Magistris, per un incontro con i professori e i ragazzi. Caldoro e de Magistris sono chiamati a testimoniare l’importanza degli studi umanistici, da ex studenti, insieme alla dirigente del liceo Laura Colantonio, allo scrittore Maurizio De Giovanni e al docente universitario Giovanni Polara. Ma protagonisti della serata saranno gli studenti, con un omaggio musicale a Pino Daniele, e con laboratori di teatro, letteratura, fotografia. Al Pansini, tra le altre iniziative ecco i “dialoghi impossibili” tra i personaggi della nostra storia letteraria (interpretati dai ragazzi): tra Guicciardini e Machiavelli, ad esempio, o tra Ariosto e Tasso e tra Leopardi e Manzoni. Ed ecco ancora i tableaux vivants della “Primavera” del Botticelli o della “Zattera della Medusa” di Gericault. «Valorizzare il significato formativo degli studi classici e la loro importanza significa salvaguardare le radici di umanesimo e libertà che sono alla base del nostro modo di essere», affermano i docenti che hanno organizzato l’evento al Plinio Seniore di Castellammare, la scuola superiore di più antica tradizione della città. Che aggiungono: «L’invito a partecipare (ore 18-24) è rivolto a cittadini di tutte le età, alunni di oggi, genitori, alunni di ieri, alunni di terza media ancora incerti sulla scuola da scegliere per il futuro». Gli studenti del Plinio Seniore proporranno recitazioni, proiezioni di filmati, musica e degustazioni di cibi ispirati al mondo antico. Partecipano gli attori Fabio Massa, Luca Nasuto, Lello Radice, la cantante Rosalba Spagnuolo, il chitarrista Francesco Cesarano, CatGirace& Nb2.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...