La ricerca della Felicità e la Crescita felice

IMG_4481
Vi invitiamo a leggere l’articolo 1 della Costituzione degli Stati Uniti che afferma il diritto del’uomo alla ricerca della Felicità :
Nella Costituzione americana si legge che: “tutti gli uomini sono stati creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca delle Felicità; allo scopo di garantire questi diritti, sono creati fra gli uomini i Governi, i quali derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati; ogni qual volta una qualsiasi forma di Governo, tende a negare tali fini, è Diritto del Popolo modificarlo o distruggerlo, e creare un nuovo governo, che ponga le sue fondamenta su tali principi e organizzi i suoi poteri nella forma che al popolo sembri più probabile possa apportare Sicurezza e Felicità.”
Vi  invitiamo anche a leggere l’ultimo libro  del  Professor Francesco Morace dal titolo  “Crescita felice.Percosi di futuro civile” pubblicato dalla Egea  e presentato , con grande successo, ieri a Milano nel  Salone d’Onore della Triennale , pieno come non mai. 
Per pronto riferimento al link del’opera cliccate qui
Di seguito riportiamo l’abstract :
La tensione verso la crescita è biologica: crescono i bambini, le piante, tutti gli organismi viventi. La crescita non è un problema, salvo confonderla con una tendenza smisurata, illimitata, non sostenibile. Con quello di prosperità, il concetto di crescita esprime la speranza responsabile per la costruzione di un futuro migliore, non il progresso automatico degli standard di vita. Se la decrescita felice propone una diagnosi corretta (l’inadeguatezza dell’attuale modello di sviluppo) ma una terapia sbagliata (il ripiegamento nostalgico su un passato migliore), la crescita felice fa leva su dinamiche compatibili con il bene comune: si alimenta di economie circolari, promuove relazioni generative, attiva magnetismi sociali. Anche il consumo si rivela occasione vitale e felice: è questo il presupposto che più allontana dall’ideologia demonizzante della decrescita. Il consumo si trasforma in una pratica felice se diventa il metronomo della relazione tra gli uomini, se facilita e permette il riconoscimento sociale senza costituirne l’unica chiave identitaria e nemmeno la più importante. Libero dal marchio infame della mercificazione, il consumo permette la libera circolazione del bene.
Come sapete noi di TBS pensiamo che il primo passo  ( non l’unico ) per migliorare le nostre vite e i nostri futuri è sicuramente quello di affrontare la vita con positività valorizzando al massimo nella comunicazione  le good news e le best practice.  In questo  percorso sia l’articolo 1 della Costituzione USA che il libro di Francesco Morace possono sicuramente costituire un valido ed utile riferimento.

foto 1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...