Non ronde padane ma squadre anti degrado

IMG_6016

Chi si ricorda delle ronde padane sempre invocate e mai attuate! Argomento spesso solo pretestuoso di polemica politica e sociale.

Bene oggi a Milano operano e si sviluppano,invece, delle squadre anti degrado. Peccato solo che, a differenza delle ronde, non siano mai in prima pagina!

Passateparola!

Le buone notizie per noi fanno notizia!

Squadra anti-degrado per tutelare la Darsena

ORIANA LISO

Il caso a una nuova squadra antidegrado, per una delle zone più frequentate della città che, da poco, è stata rimessa completamente a nuovo. Arrivano, in Darsena, dieci aiutanti per chi – vigili e addetti dell’Amsa – si deve già occupare di gestire la movida dei Navigli e di impedire piccoli e grandi vandalismi sulle sponde appena rifatte. I dieci componenti della squadra saranno selezionati, su domanda, nelle liste di collocamento, con il sistema delle borse lavoro: sei mesi di contratto, con la formula tre più tre, rinnovabile, un compenso di 500 euro al mese (25 euro al giorno di rimborso spese e un ticket per il pasto) e il compito di collaborare alla pulizia e al decoro dell’area. Le dieci persone che parteciperanno alla squadra saranno individuate dal Celav, il centro per il lavoro dell’assessorato alle Politiche sociali, tra quelle in situazione di maggiore disagio sociale. Saranno gli operatori del Terzo settore a seguire i tirocinanti, che quindi affiancheranno l’Amsa e il nucleo di intervento rapido del Comune per raccogliere i cocci di vetro (le bottiglie lasciate dal popolo della movida) e le cartacce. Avranno anche un altro compito: segnalare ai vigili persone in difficoltà, ragazzi che hanno bevuto troppo e stanno male, o risse in corso. Un servizio di assistenza sociale che in una zona difficile come quella della Darsena sarà molto apprezzato dai residenti. Dopo le prime iniziative in alcuni quartieri periferici, Palazzo Marino ha deciso di estendere il progetto, partendo proprio dalla Darsena. In servizio, da alcuni mesi, ci sono già 50 persone che affiancano l’Amsa in dodici zone della città, da via Padova a viale Ortles. Non sostituti, ma aiutanti, per chi già lavora al decoro della città. Perche l’idea è quella di non dare soltanto aiuti economici a chi è in difficoltà, ma anche di far sentire le persone senza lavoro utili, curando i beni della collettività. Per questo l’assessore Pierfrancesco Majorino ha pensato e proposto alla giunta di aggiungere una delle zone più calde della movida ai quartieri già raggiunti dal progetto: perché, “la Darsena è un dono che Milano ha fatto a se stessa – spiega l’assessore Majorino- va tutelata e difesa. Il servizio delle squadre antidegrado si sta consolidando, mette al lavoro persone in difficoltà, così siamo utili in due direzioni, per la città e per loro”. Entro settembre, assicura l’assessore, si punta ad aggiungere altre novanta persone alle squadre antidegrado già in attività, sempre con la stessa funzione di aiuto, e potrebbero andare a lavorare in luoghi che il Comune individuerà questa volta con i consigli di Zona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...